Ricorsi e ITP, siamo sicuri che il diploma sia abilitante?

Ci informano che nell’ultimo periodo stanno sorgendo una miriade di associazioni che promuovono ricorsi a favore degli ITP e sul valore abilitante del titolo. Fermo restando che ciascuno è libero di percorrere la strada che meglio crede per arrivare all’obiettivo della stabilizzazione, ci preme però fare una piccola precisazione per evitare delusioni future.

La questione degli ITP è differente da quella dei diplomati magistrali.

Gli ITP hanno, con la legge 124/99, articolo 5 comma 1.bis  ottenuto pari dignità dei colleghi teorici: “Gli insegnanti tecnico-pratici, anche quando il loro insegnamento si svolge in compresenza, fanno parte, a pieno titolo e con pienezza di voto deliberativo, del consiglio di classe. Le proposte di voto per le valutazioni periodiche e finali relative alle materie il cui insegnamento è svolto in compresenza sono autonomamente formulate, per gli ambiti di rispettiva competenza didattica, dal singolo docente, sentito l’altro insegnante. Il voto unico viene assegnato dal consiglio di classe sulla base delle proposte formulate, nonchè degli elementi di giudizio forniti dai due docenti interessati.”

Proprio come i teorici da quel momento in avanti per poter essere immessi in ruolo è stata introdotta l’abilitazione e/o idoneità all’insegnamento che si conseguiva e si consegue ancora attraverso un percorso abilitante che può essere il PAS o concorsi riservati come in passato.

Altra questione invece è la sospensiva relativa l’ammissione al recente concorso con le prove suppletive. I colleghi sono stati ammessi con riserva perché il MIUR negli anni non ha previsto alcun percorso abilitante discriminando la categoria. I vincitori del concorso devono comunque  attendere lo scioglimento della riserva.

Questa breve precisazione si è resa necessaria dopo aver letto più volte in rete che il diploma è abilitante perchè a stabilirlo siano state diverse sentenze, che non abbiamo ancora letto.

A sostegno di quanto scriviamo alleghiamo il collegamento alla legge 124/99 e l’OM 153/99 che ha avviato i concorsi riservati, sia per i docenti teorici sia per gli ITP, volti ad abilitare e a conseguire l’idoneità all’insegnamento. Tali docenti avevano poi i requisiti per entrare nelle graduatorie permanenti divenute poi ad esaurimento.

Proprio in virtù di questo, resta lo scetticismo sul buon esito dei ricorsi e ci sembra doveroso precisarlo.

Precedente E' fuga dagli istituti tecnici Successivo ITP accomunati ai diplomati magistrale?